Cerca nel sito:
ricerca
avanzata

Frasi Celebri...

L'arte ? buona quando muove dalla necessit?; questo tipo di origine ne garantisce il valore, e nient'altro.

Neal Cassady 

Sondaggio:

Meglio le donne...

Bionde
More
Rosse

visualizza risultati


 

UWB Receiver
di Pietro Sarro, Cataldo Sasso, Giuseppe Scappatura

Copyright © 2007 P. Sarro, C. Sasso, G. Scappatura
Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.1 or any later version published by the Free Software Foundation; with the Invariant Sections being the name of author and this warning of copyright. A copy of the license can be found at http://www.fsf.org/licensing/licenses/fdl.html
The sources shown in this document are free software; you can redistribuite them and/or modify them under the terms of the GNU Lesser General Public License as published by the Free Software Foundation; either version 2.1 of the License, or (at your option) any later version. A copy of the license can be found at http://www.fsf.org/licensing/licenses/lgpl.html
All products names and trademarks mentioned in this document are registered trademarks of respective owners.

 

Questo documento descrive le varie fasi di un progetto sviluppato per l'esame di "Progetto di sistemi a basso consumo" del Politecnico di Torino. L’obiettivo del lavoro consisteva nella realizzazione della parte digitale di un ricevitore per Ultra Wide Band (tecnica di trasmissione che si basa sull’invio di impulsi in banda base direttamente all’antenna) basato sul rilevamento dell’energia ricevuta e dell’unità di memorizzazione dei dati ricevuti.

Il tipo di architettura doveva avere come obiettivo principale l’ottimizzazione dei consumi utilizzando le tecniche viste durante il corso, e inoltre il progetto doveva essere descritto in linguaggio VHDL e sintetizzato con il tool Design Compiler della Synopsys.

Il progetto era soggetto ai seguenti vincoli:

  • il sistema complessivo deve essere composto secondo uno schema predefinito;
  • il clock di sistema ha un periodo di 10 ns;
  • la tecnologia di riferimento è quella a 13 mm, con tensione di alimentazione singola pari a 1.2V (che può essere scalata per ridurre i consumi);
  • Il dispositivo deve essere implementato in maniera parametrica considerando il numero di ripetizioni (N), il numero di simboli (M) e il numero di bit su cui vengono rappresentati (Nq) come delle variabili generiche;
  • per la sintesi vanno utilizzati i valori per i parametri M = 8, N = 8 e Nq = 4;
  • il consumo della memoria deve essere stimato con metodo analitico, utilizzando un foglio di calcolo fornito;
  • il sistema va verificato con il testbench fornito, quindi l’interfaccia deve essere compatibile con quella già decisa;

 

Buona lettura! :-)

 

inizia
–«  INDICE PROGETTI  »–

 

 

 

 
Powered by paper&pencil (carta&matita ) - Copyright © 2001-2019 Cataldo Sasso