Cerca nel sito:
ricerca
avanzata

Frasi Celebri...

Tutto e' stato ormai gia' scritto, basta solo andarlo a cercare e rileggere.

Viazzi 

Sondaggio:

Se oggi si tornasse a votare, voterei per...

Forza Italia
Alleanza Nazionale
Rifondazione Comunista
Democratici di Sinistra
Lega Nord
Verdi
Radicali
Altro

visualizza risultati


 

Le eccezioni

 

Durante l'esecuzione di un applicativo possono verificarsi delle situazioni di errore non verificabili a compile-time, che in qualche modo vanno gestiti.
Le possibili tipologie di errori sono diverse ed in generale non tutte trattabili allo stesso modo. In particolare possiamo distinguere tra errori che non compromettono il funzionamento del programma ed errori che invece costituiscono una grave impedimento al normale svolgimento delle operazioni.
Tipico della prima categoria sono ad esempio gli errori dovuti a errato input dell'utente, facili da gestire senza grossi problemi. Meno facili da catturare e gestire e` invece la seconda categoria cui possiamo inserire ad esempio i fallimenti relativi all'acquisizione di risorse come la memoria dinamica; questo genere di errori viene solitamente indicato con il termine di eccezioni per sottolineare la loro caratteristica di essere eventi particolarmente rari e di comportare il fallimento di tutta una sequenza di operazioni.

La principale difficolta` connessa al trattamento delle eccezioni e` quella di riportare lo stato dell'applicazione ad un valore consistente. Il verificarsi di un tale vento comporta infatti (in linea di principio) l'interruzione di tutta una sequenza di operazioni rivolta ad assolvere ad una certa funzionalita`, allo svuotamento dello stack ed alla deallocazione di eventuali risorse allocate fino a quel punto relativamente alla richiesta in esecuzione. Le informazioni necessarie allo svolgimento di queste operazioni sono in generale dipendenti anche dal momento e dal punto in cui si verifica l'eccezione e non e` quindi immaginabile (o comunque facile) che la gestione dell'errore possa essere incapsulata in un unico blocco di codice richiamabile indipendentemente dal contesto in cui si verifica il problema.

In linguaggi che non offrono alcun supporto, catturare e gestire questi errori puo` essere particolarmente costoso e difficile, al punto che spesso si rinuncia lasciando sostanzialmente al caso le conseguenze. Il C++ comunque non rientra tra questi linguaggi e offre alcuni strumenti che saranno oggetto dei successivi paragrafi di questo capitolo.

 

 

successivo
–«  INDICE  »–

 

 

 

 
Powered by paper&pencil (carta&matita ) - Copyright © 2001-2019 Cataldo Sasso