Cerca nel sito:
ricerca
avanzata

Frasi Celebri...

Un cuore ? una ricchezza che non si vende e non si compra ma dona.

Gustave Flaubert 

Sondaggio:

Qual'? il migliore tra i pi? recenti allenatori della nazionale?

Trapattoni
Zoff
Sacchi
Vicini
Maldini

visualizza risultati


 

Messaggi del kernel

Quando avviate il computer, passano sullo schermo una serie di messaggi che descrivono l'hardware collegato al vostro computer. Questi messaggi vengono scritti dal kernel di Linux. In questa sezione cercherò di descriverli e spiegarli.

Naturalmente, i messaggi stampati dal kernel variano da macchina a macchina. Io descriverò quelli della mia. L'esempio seguente contiene tutti i messaggi standard ed alcuni messaggi specifici. (In generale, la macchina di cui sto parlando è una configurata al minimo, e non ci saranno molti messaggi specifici dell'hardware). L'esempio è stato fatto con la versione 1.3.55 di Linux, una delle più recenti nel momento in cui sto scrivendo.

  1. La prima cosa che fa Linux è decidere che tipo di scheda video e schermo avete, in modo da utilizzare la giusta dimensione dei caratteri (più piccoli sono i caratteri, più se ne possono vedere nello schermo contemporaneamente). Linux potrebbe chiedervi se volete un carattere speciale, o può averne alcuni compilati al suo interno ("Compilazione" è il processo con cui un programma scritto da una persona viene tradotto in qualcosa che il computer può capire. Una caratteristica "compilata" in un programma è stata inclusa nel programma).

    Console: 16 point font, 400 scans
    Console: colour VGA+ 80x25, 1 virtual console (max 63)

    In questo esempio, il proprietario della macchina aveva deciso di volere in fase di compilazione i normali caratteri grandi. Inoltre, notate l'errore ortografico nella parola "color". Linus ha evidentemente imparato la versione sbagliata dell'inglese.

  2. La prossima cosa che fa il kernel è dire quanto il sistema è veloce, misurando la velocità in "BogoMIPS". Un "MIP" sta per un milione di istruzioni al secondo, e un "BogoMIP" è un "bogus MIP": quante volte il computer può non fare assolutamente niente in un secondo (dato che il loop non fa niente, il numero non è realmente una misura della velocità del sistema). Linux usa questo numero quando deve restare in attesa di un dispositivo hardware.

    Calibrating delay loop.. ok - 33.28 BogoMIPS

  3. Il kernel di Linux comunica anche qualcosa sull'uso della memoria:

    Memory: 23180k/24576k available (544k kernel code, 384k reserved, 468k data)

    Questo significa che la macchina ha 24 megabyte di memoria, di cui una parte è riservata per il kernel, e il resto può essere usata dai programmi: si tratta della RAM temporanea che viene usata per l'immagazzinamento di dati a breve termine. Il computer ha anche una memoria a lungo termine chiamata hard disk (o disco fisso); il contenuto dell'hard disk viene salvato anche quando il computer viene spento.

  4. Durante la procedura di boot, Linux fa dei test su diversi componenti hardware e stampa dei messaggi anche su questi test.

    This processor honours the WP bit even when in supervisor mode. Good.

  5. Ora Linux si sposta alla configurazione della rete. Quello che segue dovrebbe essere spiegato nella The Linux Networking Guide, e va oltre gli scopi di questo libro.

    Swansea University Computer Society NET3.033 for Linux 1.3.50

    IP Protocols: ICMP, UDP, TCP


    Linux supporta la FPU, l'unità a virgola mobile, un chip speciale (o parte di un chip, nel caso della CPU 80486), che permette di fare calcoli matematici con numeri non interi. Alcuni di questi chip sono difettosi, e quando Linux tenta di identificare questi chip, la macchina va in "crash", cioè la macchina si ferma. Se questo succede, dovreste vedere:

    Checking 386/387 coupling...

    Altrimenti vedreste:

    Checking 386/387 coupling... Ok, fpu using exception 16 error reporting.

    se state usando un 486DX. Se state usando un 386 con un 387, vedreste:

    Checking 386/387 coupling... Ok, fpu using irq13 error reporting.

  6. Fa ora un altro test sull'istruzione di "halt''.

    Checking 'hlt' instruction... Ok.

  7. Dopo la configurazione iniziale, Linux stampa una linea che identifica se stesso. Dice quale versione è, con quale versione del compilatore C GNU è stato compilato, e quando.

    Linux version 1.3.55 (root@mousehouse) (gcc version 2.7.0) #1 Sun Jan 7 14:56:26 EST 1996

  8. Il driver delle porte seriali ha iniziato a chiedere informazioni sul tipo di hardware. Un driver è una parte del kernel che controlla un dispositivo, normalmente una periferica, ed è responsabile dei dettagli della comunicazione tra la CPU ed il dispositivo. Permette a chi scrive applicazioni utente di concentrarsi sull'applicazione, e non preoccuparsi di come il computer lavora realmente.

    Serial driver version 3.95 with no serial options enabled

    tty00 at 0x03f8 (irq = 4) is a 16450
    tty01 at 0x02f8 (irq = 3) is a 16450
    tty02 at 0x03e8 (irq = 4) is a 16450

    Qui ha trovato 3 porte seriali. Una porta seriale è l'equivalente di una porta COM del DOS, ed è normalmente usata con modem e mouse.

    Quello che sta dicendo è che la porta seriale 0 (COM1) ha l'indirizzo 0x03f8. Quando questa interrompe il kernel, generalmente per comunicare che stanno arrivando dati, essa usa l'IRQ 4. Un IRQ è un segnale di una periferica che chiama il software. Ogni porta seriale ha il proprio chip di controllo. Un chip comune per una porta è il 16450; altri valori possibili sono 8250 e 16550.

  9. Adesso tocca alle porte parallele. Una porta parallela normalmente è connessa ad una stampante, e i nomi delle porte parallele iniziano con lp. lp sta per Line Printer, anche se oggi sarebbe più adatto Laser Printer (in ogni caso, Linux comunicherà tranquillamente con qualsiasi tipo di stampante parallela: ad aghi, a getto d'inchiostro o laser).

    lp0 at 0x03bc, (polling)

    Questo messaggio dice che è stata trovata una porta parallela e si usa il driver standard.

  10. Il kernel controlla ora le unità floppy. In questo esempio, la macchina ha due drive. In DOS, il drive "A" è un floppy da 5 1/4 pollici, e il drive "B" è un floppy da 3 1/2
    pollici. Linux chiama il drive "A" fd0 e il drive "B" fd1.

    Floppy drive(s): fd0 is 1.44M, fd1 is 1.2M

    floppy: FDC 0 is a National Semiconductor PC87306

  11. Il prossimo driver a partire nel mio esempio è il driver SLIP, che stampa un messaggio sulla sua configurazione.

    SLIP: version 0.8.3-NET3.019-NEWTTY (dynamic channels, max=256) (6 bit encapsulation enabled)

    CSLIP: code copyright 1989 Regents of the University of California

  12. Il kernel controlla anche la presenza di dischi fissi, controllando le partizioni presenti in ciascuno di essi. Una partizione è una suddivisione logica in un disco, che viene usata per tenere separati i sistemi operativi, in modo da evitare interferenze. In questo esempio, il computer ha due dischi fissi (hda, hdb) con rispettivamente quattro e una partizione.

    Partition check:

    hda: hda1 hda2 hda3 hda4

    hdb: hdb1


  13. Infine Linux esegue il mount della partizione di root. La partizione di root è la partizione del disco dove risiede il sistema operativo. Quando Linux "monta" questa partizione, questa viene marcata come partizione disponibile per l'uso.

    VFS: Mounted root (ext filesystem).

 

successivo
–«  INDICE  »–

 

 

 

 
Powered by paper&pencil (carta&matita ) - Copyright © 2001-2019 Cataldo Sasso