Cerca nel sito:
ricerca
avanzata

Frasi Celebri...

Tutta l'arte ? completamente inutile.

Oscar Wilde 

Sondaggio:

Quale radio ascolti solitamente?

Radio Rai
Radio Deejay
Radio Italia
Disco Radio
Radio Dimensione Suono
Radio Montecarlo
RTL 102.5
Altro

visualizza risultati


 

Distributore automatico di bevande calde
di Pietro Sarro, Cataldo Sasso, Giuseppe Scappatura

Copyright © 2007 P. Sarro, C. Sasso, G. Scappatura
Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.1 or any later version published by the Free Software Foundation; with the Invariant Sections being the name of author and this warning of copyright. A copy of the license can be found at http://www.fsf.org/licensing/licenses/fdl.html
The sources shown in this document are free software; you can redistribuite them and/or modify them under the terms of the GNU Lesser General Public License as published by the Free Software Foundation; either version 2.1 of the License, or (at your option) any later version. A copy of the license can be found at http://www.fsf.org/licensing/licenses/lgpl.html
All products names and trademarks mentioned in this document are registered trademarks of respective owners.

 

Questo documento descrive le varie fasi di un progetto sviluppato per l'esame di "Metodi e Strumenti di Coprogettazione di Sistemi Elettronici" del Politecnico di Torino. L’obiettivo del lavoro consisteva nel progettare un distributore di bevande calde (caffè, latte, the, ecc...) seguendo i criteri e le metodologie viste durante il corso.

Per poter coprogettare l'hardware ed il software del sistema si è quindi utilizzato il linguaggio UML (Unified Modeling Language).

L'implementazione del modello realizzato in UML è stata realizzata in linguaggio C ed in linguaggio CodeSimulink. Il codice C è servito per implementare le parti software del sistema e come aiuto alla simulazione; il modello CodeSimulink si è reso necessario per simulare le parti hardware.

Questo documento è suddiviso seguendo il livello di astrazione del progetto: si parte nel capitolo 2 con la descrizione dei casi d'uso; si passa poi nel capitolo 3 al diagramma delle classi; si prosegue nel capitolo 4 alla descrizione dei diagrammi collaborazionali; quindi nel capito 5 si descrivono i diagrammi a stati; nel capitolo 6 viene affrontato il problema del partizionamento delle varie parti in hardware o software e dell'interfacciamento di queste, dopodiché viene descritta la realizzazione del progetto ed infine viene spiegato il funzionamento della simulazione e vengono presentati esempi di utilizzo.

Buona lettura! :-)

 

inizia
–«  INDICE PROGETTI  »–

 

 

 

 
Powered by paper&pencil (carta&matita ) - Copyright © 2001-2019 Cataldo Sasso